News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Lampade Wireless: illuminazione del futuro

In un’epoca di continue rivoluzioni tecnologiche, l’internet delle cose è entrato ormai in maniera preponderante nella nostra vita quotidiana. L’illuminazione wireless è soltanto una delle moltissime possibilità che ci vengono fornite dalla connessione tra i diversi dispositivi della nostra casa, il router e il nostro smartphone: quali sono i vantaggi del nuovo approccio all’illuminazione domestica?

Abbiamo rivolto questa domanda a Paolo Cignoli esperto in tecnologia per l’illuminazione domestica.

Com’è cambiato il concetto di illuminazione?

Un tempo ci si limitava a illuminare il proprio ambiente domestico senza troppe pretese. L’obiettivo principale era rendere vivibili gli spazi interni anche nelle ore notturne.

Con il tempo si è sviluppato un vero e proprio design legato all’illuminazione, cioè lo studio dei diversi tipi di luce da utilizzare nei vari ambienti della casa per creare atmosfere luminose ad altissimo livello di comfort ed efficienza.

Oggi più che mai l’obiettivo dell’illuminazione d’interni è creare una zona di comfort luminoso, in cui sia possibile svolgere tutte le varie attività della giornata godendo per ognuna di esse del tipo di illuminazione più adatto.

Nuove tecnologie per l’illuminazione

Oggi la nuova frontiera dell’illuminazione va di pari passo con l’internet delle cose. Le lampade wi-fi consentono di creare un ambiente luminoso su misura, adeguandosi in maniera continua e assolutamente precisa alla vita e alle esigenze di coloro che abitano la casa.

Questa tecnologia si basa sull’utilizzo di lampade a led in grado di connettersi alla rete attraverso un router. Potranno essere controllate grazie all’istallazione di applicazioni (per Mac e per Androind) che consentiranno di regolare la loro accensione (magari programmandola) e di temporizzarle, per esempio, da qualsiasi parte della casa e del mondo.

Come se non bastasse, esiste attualmente la possibilità di cambiare colore delle lampade e addirittura sincronizzarle alla musica riprodotta nell’ambiente domestico.

Come si installano le lampade wi – fi?

Le lampade a led con collegamento wi – fi si installano come comuni lampadine: basta soltanto procurarsi lampade adeguate agli agganci che già sono presenti in casa e attuare una normale procedura di connessione tra esse e il router.

La connessione avviene attraverso un bridge system, ovvero un dispositivo che faccia da collegamento digitale tra il router e le varie lampade. I più famosi sono attualmente l’Apple Home Kit e il Philips Hue.

Lampade wireless: luce senza limiti

Un passo dietro le modernissime lampade wi – fi, ma assolutamente all’avanguardia nell’arredo di interni sono le lampade wireless. Si tratta semplicemente di lampade dal design modernissimo che funzionano a batteria come qualsiasi lampada da campeggio e che godono di un’autonomia che va dalle quattro alle otto ore.

Generalmente utilizzabili sia in ambienti interni sia in ambienti esterni, questo tipo di dispositivi luminosi senza fili concede una totale libertà nella creazione del proprio comfort luminoso, dal momento che possono essere spostate in qualsiasi punto della casa a seconda delle necessità.

Molte case di produzione hanno realizzato dei modelli iconici in chiave wireless: è il caso della lampada da tavolo Bacco del brand Karman, o della lampada da tavolo Gaku del marchio Flos.

I modelli più estrosi e artistici di questo genere di lampade possono essere anche utilizzati come centrotavola stilosi o come elementi decorativi di grande raffinatezza, senza perdere comunque la loro funzione di oggetti illuminanti.

Leggi anche l’articolo: Come uno smartwatch può misurare la pressione del sangue.