News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

I robot saranno il futuro dell’industria, ma costruiti con componenti secolari

Il futuro in ambito industriale sarà sempre più collegato ai robot, delle macchine intelligenti che svolgeranno un ruolo determinante nelle attività delle imprese di qualsiasi forma e dimensione.

Il probabile scenario futuro

Nell’immediato futuro, assisteremo sempre di più a processi di riconversione delle aziende che sfrutteranno i nuovi ritrovati della tecnologia per introdurre dei sistemi di produzione e di lavorazione basati sull’automazione. Questo significa che i prossimi anni, saranno caratterizzati per la maggior parte delle imprese dall’introduzione di robot che avranno un ruolo fondamentale in quasi tutti i settori prodottivi, specie in quelli destinati alla realizzazione di componenti industriali. Al momento, il settore che utilizza maggiormente i robot è quello dell’automotive, ma ci si aspetta che nel giro di pochi anni, questa tendenza si estenda alla maggior parte delle realtà produttive, sia di grandi dimensioni che di medie e piccole entità. L’aumento nel numero di robot nell’ambito delle forniture e delle componenti industriali sarà un fenomeno di rilevanza globale e che sarà rilevante in buona parte dei paesi a maggiore industrializzazione.

Cosa succede dal punto di visto realizzativo dei robot

Un ulteriore quesito che gli esperti del settore si pongono riguarda le modalità con le quali le varie macchine saranno prodotte; molto spesso si pensa infatti che i moderni robot siano realizzati esclusivamente con tecnologie moderne, ma ciò non corrisponde propriamente al vero. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento. Sicuramente nelle linee produttive dei prossimi anni vedremo sempre meno umani e sempre più macchinari autonomi e robotizzati.

Ciò che, almeno per qualche decennio, non cambierà saranno invece i componenti industriali con cui sono costruiti: cuscinetti, catene e cinghie di trasmissione e molti altri tanto elementari quanto importanti, di cui potete rendervi conto visitando la sezione Prodotti del sito web www.dubbini.it
In questa parte del portale di quest’azienda, infatti, sono visibili molte delle principali componenti industriali che sono utilizzate per la realizzazione dei robot come ad esempio le catene per trasmissione, in acciaio inox o nichelate, fondamentali per il movimento di ingranaggi; o ancora le cinghie di trasmissione o i cuscinetti di vario tipo che rappresentano altri elementi utili per i robot.

Ciò quindi permette di confermare la precedente affermazione che i robot, pur rappresentando il futuro dell’industria, necessitano ancora di componenti industriali di vecchia generazione affinché siano utilizzati.

Quali saranno i risvolti nel mondo del lavoro?

Il principale timore della maggior parte delle persone è che con il crescere della robotizzazione diminuiscano i posti di lavoro all’interno delle aziende; ciò è vero solo in parte in quanto sicuramente alcune delle attività attualmente svolte dagli uomini saranno effettuate dai robot che renderanno più semplici e veloci i processi di lavorazione; ma le persone dovranno soltanto essere brave a riqualificarsi, così come avvenuto con le precedenti rivoluzioni industriali, con il risultato finale che i robot saranno l’elemento fondamentale per la creazione di nuovi posti di lavoro.
Altro elemento che dovrà essere preso in considerazione è il fatto che, parallelamente alle mansioni estremamente evolute e precise che potranno svolgere (come abbiamo già discusso qui), i robot del futuro saranno anche in grado di collaborare con i dipendenti delle aziende, ossia molte mansioni potranno essere svolte in tandem tra uomini e robot. Nello specifico, queste macchine permetteranno di aumentare il livello di sicurezza, in quanto le stesse si bloccheranno nel momento in cui si verifichi un’emergenza. L’automazione quindi entrerà di prepotenza all’interno dei diversi ambiti di produzione anche se sarà sempre necessario l’intervento dell’uomo e di alcune componenti industriali.