News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Cos’è il fototipo e come si determina? 

Il colore degli occhi, della pelle e dei capelli possono determinare livello di sensibilità della nostra pelle all’esposizione solare.

Conoscere il proprio fototipo aiuta a proteggere e a prendersi cura della pelle e permette anche di determinare il tipo di abbronzatura che si può ottenere adottando il giusto fattore di protezione solare.

In questo articolo vi parleremo nel dettaglio del fototipo, come può essere determinato e soprattutto quali sono le diverse tipologie.

Cos’è il fototipo?

Il fototipo, in ambito dermatologico, è definito come un metodo di classificazione che può determinare il tipo di pelle, il grado di abbronzatura che si può raggiungere e la reazione che può subire la pelle quando viene esposta ai raggi UV.

E’ importante determinare il proprio fototipo per prendersi cura della pelle e proteggerla dai raggi solari utilizzando il giusto fattore di protezione.

Il fattore di protezione della crema solare cambia per ogni fototipo, ma l’idratazione quotidiana è una regola che vale per tutte le tipologie di fototipo.

Per mantenere la pelle in salute e ben idratata bisogna prendersene cura quotidianamente magari utilizzando una maschera per il viso, una crema per viso e corpo, ma anche il giusto integratore per la pelle del tuo fototipo.

Come si determina e quali tipologie di fototipo esistono?

Il fototipo di un individuo può essere determinato in base alla quantità e qualità di melanina presente nella pelle.

Ciascun individuo, infatti, ha una quantità definita di melanina che dona alla pelle il suo colorito unico e più o meno scuro.

In ambito dermatologico sono state classificate 6 tipologie di fototipo che vanno dalla pelle molto chiara alla pelle molto scura.

Vediamo qui di seguito quali sono

Fototipo 1: gli individui che hanno il fototipo 1 presentano la carnagione lattea con lentiggini, gli occhi chiari, capelli biondi o rossi. Hanno bisogno di una fotoprotezione molto alta perché quando si espongono al sole si scottano e fanno fatica ad abbronzarsi. Anche gli albini fanno parte del fototipo 1 che dovrebbero limitare l’esposizione solare e usare una fotoprotezione estrema.

Fototipo 2: gli individui con fototipo 2 hanno una fotosensibilità minore rispetto al fototipo 1. Anche il fototipo 2 ha una pelle molto chiara, capelli biondi o castano chiaro, occhi azzurri o verdi. Gli individui con questo fototipo hanno bisogno di una fotoprotezione sempre alta perché la loro pelle tende ad arrossarsi e a scottarsi, anche se assumono una leggera pigmentazione.

Fototipo 3: gli individui che presentano fototipo 3 hanno una carnagione chiara, capelli biondo scuro o castano, gli occhi verdi o castani. Le persone con fototipo 3 si abbronza in modo graduale fino ad assumere un colorito color nocciola, ma tendono comunque a scottarsi anche se in maniera moderata. Il fototipo 3 può esporsi al sole con una protezione medio-alta e diminuirla gradualmente dopo i primi giorni di sole.

Fototipo 4: gli individui con fototipo 4 hanno una colorito olivastro o leggermente scuro, capelli castani o castano scuro, gli occhi marrone o marrone scuro. In genere, il fototipo 4 si abbronza velocemente e si scotta poco. Difficilmente, grazie alla pigmentazione della pelle scura, si ustiona. Può utilizzare una protezione medio-bassa.

Fototipo 5: le persone con fototipo 5 hanno una carnagione molto scura, capelli neri e occhi scuri. Si abbronzano dopo qualche giorno di esposizione al sole e si ustionano in rari casi. Possono utilizzare una protezione bassa.

Fototipo 6: chi possiede fototipo 6 ha una carnagione molto scura, occhi scuri e capelli neri. Le persone con questo fototipo non si scottano, ma in caso di eccessiva esposizione solare possono avere dei problemi cutanei. E’ opportuno utilizzare una fotoprotezione bassa.