News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Come organizzare il punto vendita dei materiali edili per guadagnare

punto-vendita-materiali-ediliQuando ci si occupa di vendita di materiali edili, diventa importante anche optare per le migliori modalità di vendita, inclusa anche la metodologia dell’esposizione. Così, gestire ed esporre la merce che si vende non è semplice, ma soprattutto farlo al meglio è molto importante in quanto consente di ottenere maggiori guadagni.

Quindi anche la gestione dello spazio espositivo per i materiali edili è da curare in quanto può diventare uno stimolo di guadagno in più.

Se lo spazio espositivo funziona bene o meno lo vedi (anche) dal comportamento dei clienti, che si recano da te per chiedere informazioni sui prodotti, se sono interessati, se le brochure e i cataloghi vengono effettivamente utilizzati. Se invece questo non avviene, è perché bisogna cambiare qualcosa nella strategia di vendita, renderla migliore, idonea. Bisogna cambiare la gestione del punto espositivo ed imparare qualche trucco sulla vendita al dettaglio. Ma come fare? Lo abbiamo chiesto agli esperti di Edil Piemme, nota azienda della capitale che tratta la rivendita di materiali edili per Roma e provincia, che ci svelano come riuscire a valorizzare il punto vendita dei materiali edili, attirare più clienti e quindi guadagnare anche di più. Vediamo i consigli più importanti.

Crea una zona confort

Hai mai pensato all’importanza di creare una zona comfort per il tuo cliente, con possibilità di sedersi, prendere un caffè e rilassarsi? Se hai tempo e possibilità, è un’idea carina.

Vendere al cliente: ordine ed organizzazione

Prima ancora del contatto col cliente, è importante che il punto espositivo attiri il cliente. E se è confusionario, caotico, disordinato o se non si capiscono bene i prodotti, state certi che quasi nessun cliente si avvicinerà.

Lo spazio del punto vendita è destinato a raccogliere solo alcuni prodotti, quindi organizzarli e sceglili bene.

Cerca di organizzare l’esposizione dei prodotti in gruppi merceologici coerenti, per facilitare il cliente. Usa la classica esposizione ad altezza degli occhi per i prodotti di punta, e non interrompere i clienti mentre passano fra gli scaffali.
Vicino alla cassa metti prodotti venduti con costo inferiore ai 10 euro.
Puoi anche creare, per attirare l’attenzione del cliente, un piccolo “angolo delle occasioni” dove mettere prodotti a basso costo dei quali ti vuoi liberare.

Non dimenticare che bisogna sempre esporre i prezzi, si tratta di una regola basilare. Non esporre i prezzi indispone le persone, e costringe i clienti a doversi rivolgere al proprietario per chiedere i costi. Invece tutti i prezzi, chiari e ben scritti, devono essere esposti per permettere alle persone di gestire in autonomia la scelta dei prodotti.

La promozione dei prodotti

Sapersi interfacciare col cliente richiede abilità e affabilità che non necessariamente bisogna avere insite, ma che possono essere sviluppate con l’esperienza.

Per poter vendere, in primis, bisogna saper esporre i prodotti, promuoverli, valorizzarli, e far interessare il cliente. Non importa di che marca siano, ma bisogna conoscere davvero bene i prodotti per saper rispondere alle minime domande del cliente.

Questo non significa che bisogna passare delle ore di fronte al banco dell’esposizione della merce a spiegare come funzionano i prodotti; infatti è possibile ottenere un buon risultato anche creando del materiale informativo, che il cliente possa anche portare con sè. Stiamo parlando soprattutto di volantini, cataloghi, brochure informative sulle quali mai – per nessun motivo – dovranno mancare i contatti della ditta. Usate le brochure per poter comunicare al cliente quali sono i vostri prodotti, i loro utilizzi, i punti di forza, la qualità e la professionalità. Sii pratico e poco retorico: segnala anche quali prodotti sono in pronta consegna, e quali tempi di consegna ci sono per i prodotti standard.