News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Come funziona il trading online

All’interno di questa guida di occuperemo di capire che cos’è il trading online e come funziona nel dettaglio. Vediamo dunque che cos’è il trading online e come funziona. Il Trading Online o (TOL) è l’azione di speculare sui mercati finanziari per generare un reddito attraverso la differenza tra apertura e chiusura delle proprie posizioni a mercato. Per farsi una prima idea di cosa sia il trading online, possiamo pensare agli investimenti in borsa.

Se un trader riesce a comprare basso ed a vendere alto, ed a vendere alto e comprare basso significa che è un trader profittevole e che quindi è riuscito a “prevedere” nel modo giusto l’andamento dei mercati finanziari.

Che cos’è un conto di trading online

Per lo svolgimento di transazioni online nel mercato azionario, forex, etc gli operatori devono aprire un conto di trading. A tale scopo, gli operatori possono aprire un conto con Broker o istituzioni finanziarie che negoziano per loro conto nel mercato del trading online.

Questo conto di trading contiene l’elenco di tutti gli investimenti di un particolare trader.

Le piattaforme di trading funzionano in tempo reale e sono piene di funzioni utili come il tracker avanzato del portafoglio, la visione del mercato in real time, lo screening delle azioni, l’analisi tecnica dei mercati e molte altre funzioni. Un conto di trading online può essere aperto molto velocemente, senza dover tirar fuori troppi documenti.

Come funzionano i mercati del trading online

Iniziare ad investire per i principianti significa prima di tutto iniziare con la consapevolezza che ogni prezzo è determinato dall’offerta e dalla domanda.

Quando offerta e domanda sono fuori equilibrio, è in quel momento che il prezzo si muoverà.

Se ci sono più acquirenti disposti a comprare rispetto ai venditori, il prezzo salirà. Se ci sono più venditori disponibili, il prezzo scenderà. È davvero così semplice e lo stesso principio vale sia che si stia comprando e vendendo azioni, obbligazioni, immobili, opzioni, coppie di valute, materie prime o un’altra tipologia di mercato.

Che cos’è il prezzo (o tasso di cambio)

Nei mercati delle valute, le coppie di valute sono sempre elencate nello stesso ordine. Ad esempio, la coppia valutaria più comunemente negoziata è l’euro e il dollaro USA. Questa coppia è sempre indicata come EUR / USD e mai in ordine inverso. In questo esempio, EUR è la valuta base e USD è la valuta quotata. Se pubblicata insieme ad un tasso di cambio, la coppia di valute indica quanta parte della valuta quotata è richiesta per comprare un’unità della valuta di base.

Lo spread è la differenza tra i due prezzi. Il prezzo di offerta è sempre inferiore al prezzo di domanda perché i broker pagano meno di quello che ricevono per la stessa coppia di valute. Questa differenza, nota come spread, è il modo in cui il tuo broker viene compensato per i suoi servizi nell’esecuzione del tuo trade.

Molti broker, includono una commissione combinata con spread inferiori. Uno spread è comunemente misurato in pips. Il pip è il valore del 4° decimale per coppie diverse da JPY, ed è essenzialmente il più piccolo cambiamento che il prezzo può assumere. Molti broker tuttavia, offrono una maggiore trasparenza dei prezzi visualizzando 5 cifre decimali per coppie di valute diverse dal JPY in cui vengono visualizzate 3 posizioni decimali.

Per quanto riguarda invece per i mercati azionari, il prezzo che viene mostrato accanto ad un titolo azionario, come ad esempio le azioni di Apple, è il prezzo necessario per acquistare un’azione Apple.