News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Casa 2.0: nelle ristrutturazioni del futuro comfort fa rima con hi-tech

Dalla domotica alle serrature biometriche, come coniugare le innovazioni tecnologiche all’edilizia

Dalla banale tapparella elettrica alla climatizzazione gestibile in remoto: è sempre più hi-tech la casa del futuro.

Innovazioni e soluzioni all'avanguardia che fanno sempre ormai gola anche ai tradizionalisti più convinti perché il progresso, oltre a facilitare la quotidianità, è anche alleato del risparmio energetico.

Tra i numerosi giocattolini tecnologici lanciati sul mercato non mancano infatti soluzioni in grado di apportare un bel taglio in bolletta a tutto vantaggio dell'ambiente e del proprio bilancio familiare.

Ma non solo, quando la domotica produce un consistente risparmio energetico è anche possibile accedere alle detrazioni fiscali.

Se hai un restyling hi-tech in mente e vuoi sapere quanto potresti risparmiare, ti consigliamo di chiedere una consulenza all'Enea, l'Agenzia Nazionale per l'Efficienza Energetica.

Come ristrutturare casa sfruttando i vantaggi della tecnologia

Il concetto di domotica è sempre più avanzato e per ottenere un risparmio autentico è fondamentale non solo acquistare elettrodomestici hi-tech o climatizzatori all'avanguardia ma anche e soprattutto pensare casa in un'ottica tecnologica.

I vantaggi di una casa domotica, come abbiamo più volte suggerito nei nostri precedenti articoli, sono tangibili e concreti anche con piccole migliorie come un impianto di climatizzazione gestibile dall'ufficio o un riscaldamento a pavimento temporizzato ma il risparmio diventa maggiore per chi concepisce la casa in un'ottica “nuova”.

Per ottica nuova si intende, per esempio, la possibilità di scegliere un tipo di impiantistica progettata ad hoc per il tipo di abitazione o per il luogo in cui si trova l'immobile.

Proviamo a pensare, per esempio, a chi è tutto il giorno fuori per lavoro e risiede in un luogo molto freddo: con la domotica sarebbe possibile programmare le tapparelle nelle ore di massima luce così da sfruttare l'irraggiamento solare e poi fare in modo che si richiudano non appena tramonta il sole.

Tutto diventa inutile, però, se alle innovazioni non vengono abbinati elementi strutturali come gli infissi a taglio termico, impiantistica ottimizzata in base alla distribuzione degli ambienti o tetti ben coibentati.

Edilizia applicata alla domotica: il nuovo fronte delle ristrutturazioni

Come fare dunque per trarre il massimo del risparmio dalla tecnologia? Far progettare un restyling della casa che massimizzi le potenzialità della tecnologia.

Si tratta di un settore che sta dilagando nel mondo delle ristrutturazioni con un numero di imprese sempre maggiore in grado di garantire un lavoro chiavi in mano comprensivo di progettazione, interventi edili e dispositivi tecnologici.

Una delle realtà più quotate in questo campo è Ristrutturazioni.com, il famoso portale in cui è possibile confrontare preventivi e scegliere il più vantaggioso.

L'utente può sfruttare lo strumento del sopralluogo gratuito per chiedere a tre imprese quanto verrebbe a costare una ristrutturazione chiavi in mano comprensiva di domotica.

Dalla climatizzazione, al solare termico, dalle serrature biometriche alla videosorveglianza gestibile in remoto, dal fotovoltaico alle tapparelle elettriche, dall'interruttore battimani, agli smart speaker e assistenti vocali più all'avanguardia: agli utenti non resta che elencare le richieste in base al proprio budget e l'impresa scelta provvede a installare tutto.

Elettrodomestici futuristici: l'ultima chicca? Il frigo smart

Se ne sente parlare sempre più spesso anche se sono ancora pochi, almeno in Italia, ad averne acquistato uno.

Parliamo del frigorifero smart che consente di dare uno sguardo alle proprie scorte direttamente dall'ufficio o di ordinare online con un paio di colpi di touch screen pranzo, cena e colazione.

Il più all'avanguardia? Xiaomi, i cui prodotti per ora sono acquistabili solo in Cina, ha lanciato nell'arco del 2018 le novità meglio recensite. Gli ultimi modelli funzionano come un vero e proprio hub per la gestione di tutti gli elettrodomestici della cucina.

I comandi vengono dati tramite display da minimo 21 pollici sui quali è possibile seguire ricette per cucinare, prendere appunti e, come accennato, fare la spesa in tempo reale senza mai lasciare la cucina.

Il settore della domotica, insomma, è vastissimo e tra detrazioni e possibile risparmio energetico si tratta di una possibilità che vale sempre la pena prendere in considerazione. Sia nel settore degli arredi e degli elettrodomestici che in quello delle ristrutturazioni.