News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Ansia e stress: Le cause della perdita dei capelli

caduta-dei-capelli-per-stress-ed-ansiaLo stress: Imputato d’eccellenza di molte patologie moderne che può avere conseguenze negative non solo sulla psiche ma, anche sullo stato di salute dei capelli. La perdita dei capelli è da considerare come un segnale dell’organismo per ridurre le fonti di stress e quindi dare un cambio alle proprie abitudini di vita, sia consultando un terapista che facendo delle sedute settimanali di yoga.

È con il termine scientifico alopecia che si indica la caduta o semplicemente il diradamento dei capelli in zone nelle quali solitamente sono presenti. In genere, se collegato ad un fattore di stress, questo è un fenomeno transitorio e quindi temporaneo può essere invece irreversibile se collegato a fattori genetici.

La perdita di capelli quotidiana è del tutto normale se si considera che al giorno mediamente l’uomo ne perde 100/200. La caduta può aumentare durante i cambi di stagione, in gravidanza, dopo una dieta drastica o in menopausa. Tra i diversi fattori che determinano l’indebolimento e la successiva caduta del capello, lo stress è il principale. Ansia e nervosismo sono fattori positivi nella vita dell’essere umano purché non persistano troppo a lungo tanto da influire negativamente sull’equilibrio di crescita dei nostri capelli.

Come prevenire lo stress e la successiva caduta dei capelli?

La caduta dei capelli per stress non è imprescindibile e quindi si può prevenire anche con semplici e banali accortezze.

Per diminuire lo stress ed evitare la conseguente perdita o diradamento dei capelli il consiglio è quello di mantenere uno stile di vita sano, tramite questi accorgimenti:

  • Dormire 8 ore a notte, cercando di coricarsi sempre alla stessa ora
  • Evitare di praticare attività particolarmente eccitanti prima di addormentarsi
  • Mangiare spesso durante il giorno, ovviamente cibi sani e nutrienti ricchi di proteine, come ad esempio il pesce
  • Evitare cibi ricchi di zuccheri
  • Assumere vitamine per aiutare il cuoio capelluto a rigenerarsi
  • Fare attività fisica e magari inserire anche un corso di yoga tra gli impegni settimanali
  • Adoperare shampoo e balsamo adatti al proprio tipo di capello
  • Evitare diete povere di calorie
  • Evitare di lavare i capelli frequentemente
  • Accorciarli spesso per favorirne una crescita sana e robusta

Si consiglia inoltre di massaggiare quanto più possibile in cuoio capelluto al fine di diminuire le tensioni muscolari e ridurre gli effetti dello  stress, sia emotivo che mentale.

Sintomi dell’alopecia da stress nell’uomo e nella donna

La smisurata produzione di sebo, infiammazioni del cuoio capelluto e la perdita o il diradamento dei capelli sono i sintomi principali dell’alopecia da stress, indipendentemente che quest’ultimo sia fisico o mentale.

Per quanto riguarda l’uomo, diversamente da quanto accade nella donna, si evidenzia anche una progressiva stempiatura o “fronte alta” che avanza con il persistere del fattore scatenante, ovvero la fonte di ansia e nervosismo.

Di seguito l’elenco dettagliato dei sintomi per riconoscere un’alopecia da stress:

  • Produzione eccessiva di sebo che ostruisce i follicoli soffocando il capello alla radice
  • Dermatite cutanea alla testa
  • Prurito persistente e sensazione di bruciore
  • Dolore del cuoio capelluto
  • Indebolimento di unghie

Anche per uno specialista, senza esami accurati, è molto difficile diagnosticare con certezza se la perdita dei capelli è legata prettamente allo stress o ad altri fattori perché sono diverse le patologie che presentano la stessa sintomatologia. Il metodo diagnostico più preciso è senza dubbio la biopsia del cuoio capelluto, fatta da medico in grado, successivamente, di determinare le vere ragioni della loro caduta.

Caduta dei capelli per stress: i rimedi naturali funzionano?

Per fortuna la perdita dei capelli causata dallo stress può essere curata e la ricrescita è certa in quasi tutti i soggetti.

Senza ombra di dubbio ammettere di avere un problema, non indugiare nel contattare uno specialista ed aiutare il nostro fisico a riacquistare il proprio equilibrio dormendo il tempo necessario ed assumendo vitamine utili ad integrare sostanze utili a farci recuperare l’efficienza perduta sono i primi passi da fare per migliorare la propria condizione.

Il consiglio più banale ma, altresì vero per combattere la caduta del capelli è eliminare a fonte di stress che ne è la causa. Consultare uno specialista del settore per eseguire esami appropriati a determinare i problemi legati al proprio capello ed insieme a lui stabilire il percorso da seguire per una pronta guarigione è la prima cosa da fare.

Alle cure solitamente prescritte dal medico, come i trattamenti laser per stimolare il follicolo pilifero, il paziente può affiancare dei rimedi naturali per contrastare la perdita dei capelli ed allo stesso tempo rinvigorirli. Di seguito ne elenchiamo alcuni:

  • Maschere o impacchi a base di prodotti naturali: da applicare ad ogni lavaggio
  • Integratori naturali: ricchi sostanze utili a favorire la crescita del capello
  • Shampoo a base di oli essenziali utili a favorire il rinvigorimento
  • Equiseto: rinvigorisce il capello grazie alle sostanze in esse presenti

Si consiglia inoltre di massaggiare la cute ad ogni applicazione di uno dei prodotti sopra così da  favorire l’irrorazione ematica.