News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Piscina fai da te: come si può fare?

piscina-fai-da-teIl sogno di costruire una piscina fai da te è accarezzato da moltissime persone. Effettivamente non è solo una questione economia, ma fare una piscina da soli consente di realizzare un prodotto che risponde al 100% alle proprie esigenze e desideri. Prima di progettare la costruzione di una piscina però bisogna fare mente locale e cercare di capire che cosa si vuole ottenere.

Vediamo come scegliere la piscina fai da te.

Piscina interna o esterna?

La prima cosa da decidere quando si vuole costruire una piscina è se la si vuole interna o esterna.

La piscina esterna è la più classica delle situazioni, ideale per chi la usa soprattutto in estate.

La piscina interna invece è una soluzione ideale (se si ha spazio) per sfruttare la piscina anche durante la stagione invernale, magari inserendola in uno spazio wellness che può essere usato nei mesi freddi.

La piscina può essere costruita tranquillamente da soli se si ha un po’ di manualità e se si hanno i giusti materiali. Ovviamente l’edificazione di una piscina interrata richiede un maggiore costo ed impegno ed anche la capacità di gestire lo scavo, nonché la richiesta di tutte le autorizzazioni che sono necessarie per poter procedere allo scavo ed all’edificazione della piscina stessa.

Le soluzioni per la piscina

Ci sono diverse soluzioni per l’edificazione della piscina.

  1. La piscina prefabbricata. Si tratta di una piscina che si trova principalmente nei centri commerciali, e in genere hanno un buon rapporto qualità prezzo che le rende accessibili a tutti. In genere hanno una struttura di metallo ed un sacco da posizionare e riempire d’acqua. Possono essere appoggiate sull’erba, o su una base di sabbia o di cemento. Vanno smontate di anno in anno quando non occorrono più, ed in generale una volta acquistate hanno tutto quello che serve per poter essere montate tranquillamente.
  2. Piscine in poliestere. Le piscine in poliestere sono nella maggior parte dei casi interrate, e sono molto semplici da montare e da mantenere. Possono essere una buona soluzione comoda per la casa, perché hanno prezzi molto vantaggioso e perché possono essere assemblate anche da soli in casa, se si ha una buona manualità.
  3. Piscine di cemento. La piscina in cemento è una buona soluzione per chi sia alla ricerca di una piscina che possa durare a lungo nel tempo. Bisogna però tenere conto del fatto che edificare una piscina di cemento da soli potrebbe essere complesso, perché il minimo errore in termini di progettazione o realizzazione può essere davvero grave.
  4. Le piscine inox. La piscina in inox è una piscina davvero innovativa, creata in acciaio inox, estremamente resistente, e in grado di adattarsi a varie situazioni e richieste in termini di dimensioni e forma. Possono esser realizzate in pezzi unici da consegnare in blocco.

Costi della piscina

I costi della piscina sono ovviamente una variabile da considerare nella scelta del modello migliore. La piscina in cemento può costare molto, in genere non meno di 35mila euro ma spesso il costo sale fino a 50mila euro e oltre. I costi alti della piscina in cemento sono giustificati dalla sua ampia durata nel tempo.

La piscina da montare per esterni può avere dei costi molto ridotti, addirittura di poche centinaia di euro, dato che viene direttamente montata direttamente dall’acquirente.

Le piscine ione possono costare moltissimo, dai 50mila euro in su, ma dipende anche dal tipo di costruzione o dal metodo di posa.

Le piscine in poliestere sono piscine estremamente economiche, semplice da posare, basta effettuare lo scavo ed inserire la struttura. I costi possono variare dai 15mila ai 40mila euro a seconda di forma, grandezza ed altre variabili.

Articoli correlati