News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Come combattere le smagliature bianche

come-combattere-le-smagliature-biancheCome si sa bene, le smagliature consistono in lesioni del tessuto connettivo della pelle: dovute al fatto che la pelle è sottoposta ad una tensione estrema, le smagliature sono dapprima di colore rossastro o violaceo e poi, quando il processo di cicatrizzazione è terminato, diventano di colore bianco-perlaceo.

Si presentano come delle piccole striature, concentrate soprattutto sulla zona dell’addome, dei fianchi, glutei, e talora del seno. Le striature rosse, dette striae rubrae, (come spiegato su Guida Smagliature) sono quelle sulle quali è più semplice intervenire anche grazie a dei cosmetici o dei prodotti specializzati. Invece le smagliature bianche, o striae albae, sono abbastanza difficili da modificare, perché consistono ormai nelle cicatrici delle lesioni a carico del tessuto connettivo.

Ecco perché in genere si consiglia di agire appena si presentano le prime smagliature rosse, quando diventano bianche c’è poco da fare. Ma tutte le speranze sono perdute, o c’è un modo di intervenire sulle smagliature anche quando ormai sono divenute bianche?
A questo punto, innanzitutto, i rimedi naturali non servono più a nulla e di conseguenza bisogna rivolgersi a dei trattamenti medici ed estetici specializzati.

In genere, quando si hanno le smagliature ci si sente consigliare di fare il trattamento laser. Non bisogna pensare che si tratti di una soluzione miracolosa, perché comunque l’efficacia del laser sulle smagliature dipende anche dal grado della smagliatura, dalla sua profondità, dalla giovinezza della pelle e dalla sua elasticità. Comunque il trattamento con il laser ha fatto ormai dei grandi passi avanti, ed il laser frazionato CO2 è probabilmente il trattamento più indicato contro le smagliature bianche. La tecnica in questione si basa sull’uso del laser per stimolare la rigenerazione cellulare grazie alle cellule sane che dovrebbero sostituire quelle morte. Il processo al laser, inoltre, aiuta la produzione di elastina e di collagene nella pelle e quindi ripara la ferita.
Si tratta di un laser chirurgico che deve intervenire sulle smagliature radicate in profondità ed in alcuni casi l’intervento è effettuato in anestesia locale, a seconda anche della profondità della smagliatura e della condizione della pelle.

Non bisogna però, ripetiamo, pensare ad un trattamento miracoloso: il laser non può garantire che ogni segno bianco ed ogni smagliatura venga completamente rimossa, come abbiamo detto il risultato dipende dalla condizione di partenza. Però il laser permette un miglioramento delle condizioni delle smagliature bianche, ed è l’unica soluzione davvero efficace alla quale fare riferimento una volta che il processo cicatriziale delle smagliature sia iniziato.