News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Quando applicare gli antiparassitari per cani?

antiparassitari-per-cani_800x500L’arrivo di un cucciolo di cane in una casa, è sempre fonte di grande gioia.

Tuttavia, oltre che essere bisognosi di affetto, i nostri amici a quattro zampe hanno anche necessità di cura e, questo, a prescindere dalla loro età.

Ad esempio, quando lo si vede grattarsi, ovviamente, una delle prime domande che sorge spontaneamente, è quando applicare gli antiparassitari per cani.

Infatti, Cinelatino.it ha scoperto che per mantenerlo in salute è molto utile essere a conoscenza delle giuste tempistiche, oltre che delle corrette modalità.

In questo modo, tra l’altro, si eviterà che l’applicazione dell’antiparassitario possa diventare dannosa per il benessere del nostro cane. Vediamo, perciò, di comprendere meglio il tutto.

Il poliedrico mondo degli antiparassitari

Il nostro amato cane, può essere aggredito da parassiti di varia natura e, tutto ciò, sia in forma esterna e sia in forma interna. I più noti parassiti esterni sono le zecche e le pulci, le quali possono facilmente aggredire il cane, ma, non solo lui. Per contrastare la loro fastidiosa e, alle volte, pericolosa presenza, si possono seguire varie metodologie, supportate da numerose scelte e metodi. In commercio, infatti, vi è una infinità di prodotto adatti a questo scopo che possono andare dai tradizionali collari alle pipette, dagli shampoo agli spray.

Altro aspetto, è quello relativo ai parassiti interni. Non appena il cuccioletto è tra i venti e i trenta giorni di vita, è necessario procedere a sverminarli e, questa operazione, deve essere eseguita prima che si vada a sottoporlo a suo primo vaccino.

Dato che in questo periodo, molto probabilmente, è allattato ancora dalla madre, si potrà procedere una settimana prima di fargli fare l’iniezione, andando a somministrargli o uno sciroppo oppure delle gocce. Questa operazione, successivamente, assumerà delle diverse tempistiche sulla base di quelle che sono le abitudini dell’animale e sul dove vive.

Se, per fare un esempio, il nostro cane vive in campagna, sarà bene che si vada a procedere alla sverminatura una volta ogni due mesi. Di contro, se l’animale vive in casa e ha contatti saltuari con degli altri animali, allora si potrà procedere anche una volta ogni quattro mesi.

Per quanto verte la prevenzione nei confronti di parassiti esterni, in commercio si possono facilmente reperire numerose e varie soluzioni, oppure si potrà scegliere il classico collare antipulci. Ovviamente, i migliori consigli sul quando applicare gli antiparassitari per cani, come pure su ogni aspetto riguardante la sua salute, possono provenire esclusivamente da un veterinario. Quindi, per dissolvere ogni più che piccolo dubbio, rivolgiamoci con fiducia al veterinario.

Come funzionano gli antiparassitari

Efficace rimedio per ogni mese dell’anno, ha, tuttavia, la sua massima efficienza proprio con l’avvicinarsi dei primi mesi caldi. Di fatti, l’utilizzo degli antiparassitari, di solito, viene ad essere maggiormente suggerito dall’inizio della primavera. Invero, è proprio a partire da quel periodo che le zanzare, le zecche, le pulci e gli altri parassiti, iniziano a proliferare, facendo sì che diventino un proprio e vero tormento per il nostro amato cane.

Quindi, pur potendolo utilizzare praticamente per tutto il corso dell’anno, è proprio con l’avvento dei mesi caldi che gli antiparassitari diventano maggiormente necessari. In questo modo, quindi, potremo andare ad assicurare al nostro animale la massima copertura, fornendogli un grande benessere. Ovviamente, nel fare questa operazione è bene porre il massimo dell’attenzione e seguire quanto viene ad essere indicato nelle istruzioni d’uso che sono riportante in ogni prodotto.

Per fare in modo che questa procedura diventi una abitudini e che, perciò, non si riveli essere troppo stressante per l’animale, è bene che si inizi ad utilizzare un antiparassitario fin da quando il nostro cane è ancora un cucciolo.

Per completezza di informazione è bene sottolineare che vi sono delle tempistiche diverse. Per esempio, l’utilizzo di antiparassitari a protezione del suo apparato digerente, potrà essere somministrato entro i cinquanta giorni. Invece, per assicurare una copertura contro zecche, pidocchi, pulci e via dicendo, si potrà procedere ad utilizzare gli antiparassitari da quando ha otto settimane.

Comunque, in ogni caso, per il loro utilizzo, è sempre bene attenersi a quanto è previsto dal prodotto che si sarà scelto di acquistare. In linea generale, trovare in commercio il tipo di antiparassitario giusto non è molto difficile. Al di là dei vari brand, in ogni modo, è bene effettuare una scelta sulla base del loro utilizzo e del peso del proprio animale.

L’importanza della toelettatura per cani

Se il veterinario è il medico che si può occupare della salute del nostro cane, il toelettatore è un’altra delle figure professionali destinate ad occuparsi del suo benessere.

Ma quali sono le missioni di un toelettatore? Un cane toelettato otterrà vari benefici tanto in termini di igiene quanto di estetica. Infatti, oltre che occuparsi di pulire le orecchie del cane, di tagliargli le unghie ed, eventualmente, il suo pelo, il toelettatore potrà procedere a lavarlo andando ad utilizzare dei particolari ed utili saponi antiparassitari.

Inoltre, potrà fornire la propria esperienza anche per aiutare a scegliere sia degli accessori così come prodotti alimentari e di cosmetica per animali. Indubbiamente, un toelettatore dovrà avere una vera passione per gli animali, come pure dovrà essere paziente e premuroso, oltre che essere a conoscenza delle loro varie esigenze. Di fatti, ogni razza canina ha necessità di cure e di attenzioni che sono diverse le une dalle altre.

A tal proposito, è doveroso ricordare che per specializzarsi in toelettatura per cani si possono trovare numerosi corsi online con i quali si potrà diventare un toelettatore specializzato e professionale.

Il cane, come si sa, è tra gli animali maggiormente preferiti dagli italiani e per questo motivo, sempre più persone comprendono l’importanza della toelettatura per cani. Non a caso, la professione di toelettatore, soprattutto per cani, è sempre più richiesta e i saloni di toelettatura sono quasi raddoppiati negli ultimi dieci anni. D’altra parte, fattori quali igiene e aspetto del nostro cane sono molto importanti.

Quindi, se si sta cercando un lavoro che possa offrire un valido sbocco professionale, se si amano gli animali, se si ha un senso estetico, il diventare un toelettatore grazie ai corsi online, potrebbe, in conclusione, essere una ottima scelta per svolgere un entusiasmante lavoro.