News curiose e interessanti per lettori "cazzeggianti"

Cos’è la pedodonzia e perché è così importante

Per pedodonzia si intende una branca dell’odontoiatria che si occupa della salute del cavo orale in età pediatrica, partendo dalla prima infanzia e fino al periodo dell’adolescenza. Il suo ruolo fondamentale non è soltanto incentrato sulla cura di eventuali problematiche ai denti, ma soprattutto quello di prevenire la loro insorgenza, mettendo in atto una serie di trattamenti efficaci. È risaputo che i denti da latte compaiono intorno ai 6 mesi e rimangono attivi fino a 6-7 anni, quando vengono sostituiti da quelli definitivi: proprio in questa fase iniziale è fondamentale impostare un programma di monitoraggio per evitare l’insorgenza di disturbi odontoiatrici.

Intorno ai 12 anni, il processo di dentizione permanente termina e gli elementi dentali presenti nel cavo orale sono quindi definitivi; soltanto avendo gettato le basi giuste è possibile poter disporre di una dentatura sana e forte. Solitamente i bambini non amano prendersi cura dell’igiene orale e questo atteggiamento può comportare conseguenze sfavorevoli. Proprio per tale motivo è molto importante rivolgersi al pedodontista di uno studio come www.dentisti-croazia.it, in grado di indirizzare i piccoli pazienti verso una maggiore consapevolezza dei propri denti, attraverso metodi personalizzati che spesso si servono di giochi.

Per i bambini prendersi cura dei denti dev’essere un gioco

La figura professionale dell’odontoiatra infantile (dentista dei bambini) si conferma di estrema rilevanza per accompagnare i piccoli servendosi di ottime doti comunicative. Portando il bambino dal pedodontista fin dal primo anno di vita si gettano le basi per la creazione di un amichevole rapporto di fiducia che può veramente rappresentare un punto di forza nel tempo. Dopo un primo approccio del genere è consigliabile ripetere controlli a cadenza annuale, per avere la possibilità di scoprire eventuali problemi odontoiatrici fin dal loro esordio.

Infatti è sbagliatissimo pensare che i denti da latte non debbano venire adeguatamente controllati in quanto sono destinati a cadere. Al contrario, il loro ottimo stato costituisce il presupposto indispensabile per garantire la formazione di una dentatura permanente sana.

Il monitoraggio e gli obiettivi da raggiungere

Secondo recenti ricerche epidemiologiche, oltre il 20% dei bambini sotto a 4 anni sviluppa un processo cariogeno che, nonostante colpisca denti decidui, può comunque causare disturbi piuttosto seri e destinati a cronicizzare. Un accurato monitoraggio da parte del dentista pediatrico svolge il compito di:

  • controllare lo stato esterno dei denti;
  • visualizzare la struttura anatomica delle gengive;
  • impostare la fluoroprofilassi;
  • scoprire difetti nella dentizione.

I compiti dei professionisti del settore come quelli di Dentisti Croazia si concentrano dapprima sull’analisi obiettiva del cavo orale del bambino, sulla disposizione dei denti e sulla forma e dimensione degli elementi. Successivamente, in caso di problematiche, si può intervenire con trattamenti di pulizia dentale o anche di sigillatura dei solchi dentali, che rappresentano una delle principali cause di carie.

Nei casi che lo richiedano è possibile poi valutare l’impiego di dispositivi per raddrizzare i denti, mediante l’utilizzo di appositi apparecchi tipici dell’ortodonzia infantile. Il dentista pediatrico è infine specializzato nell’impostare un corretto programma di prevenzione, che si basa su un’accurata igiene orale mediante prodotti selezionati per l’infanzia, sull’assunzione di fluoro, e sul tipo di alimenti da evitare per minimizzare i rischi di carie.